Archivio tag: SICILY NEEDS LOVE

respect

Vi prego, in futuro quando parlate di ponti tra la Sicilia e la Calabria, pensate anche col parere della terra che ci ospita, lo so il lavoro, l’economia, lo sviluppo. Ancora oggi le montagne, i vulcani non godono di leggi a tutela non solo del paesaggio, ma cosa assai più importante della salute. Il Pianeta vive, noi siamo soltanto ospiti di passaggio, siamo doni, e abbiamo il dovere di custodire ciò che ci è stato donato.

The courtyard of the sun

Il cortile del sole

Il cortile del sole

Mi piace la genuinità, il sapore della gentilezza,

El patio del sol.

El patio del sol

casa, sacrifici, voglia di fare,

فناء الشمس

فناء الشمس

preghiera condivisa

Garðinum í sólinni

Garðinum í sólinni

La Sicilia è questa.

unire mondi

unire mondi

 La Salumeria dei Fratelli Zappalà
Via Grotte Bianche, 16 – 95129 Catania (CT)

Catania City Municipality

Città del mondo

Urbes mundi

C’è chi si chiede chi sarà il prossimo assessore alla cultura, come se Catania in questi anni sia cresciuta culturalmente, non desidero attaccare nessuno, ma davvero stiamo vivendo in un parco giochi, la parola ha perso davvero contenuto, crediamo che la cultura sia la mostra di un grande artista, ci esibiamo in manifestazioni, slogan, grandi promesse, e da grande metropoli quale crediamo vivere diventiamo un rebus dove i primi a scioccarsi ed innamorarsi di questa terra e dei suoi abitanti sono i turisti, che con un velo di gratitudine e allo stesso tempo di compassione per il degrado sociale in cui ci ritroviamo. Catania terra dell’Etna, Sant’Agata, desidera divenire sogno d’Europa, come il piccolo Federico vedeva in visione. L’Europa è immensa e i paesi più acculturati sono quelli che rispettano in primis l’ambiente, l’aria, l’acqua, il cibo. Ricordo come fosse ieri l’uccisione dell’Araucaria ad Ognina, un albero secolare cresciuto alla fine del lungomare, era stato causa di morte, nessuno aveva provveduto a segnalarlo, mettere dei limiti, trovare riparo a questa dolorosa perdita, fu l’inizio della mia delusione in questo passaggio. Lungomare Ritrovato, nessuno può liberare, nessuno può imprigionare, possiamo ritrovare la storia dei nostri antenati, la vegetazione mediterranea tra le più belle della nostra costa, se si prosegue per quel lungomare dove l’edificazione è stata fermata, è possibile scovare mulattiere che davvero fossilizzarsi su San Berillo che è bella com’è, se non fosse il contenitore di ciò che non si vuole vedere. Vedo sempre un parallelismo tra i quartieri e la piana di Catania, una terra che viene definita oasi in totale abbandono, dove la nostra gente davvero potrebbe ritrovarsi a respirare quello che era, i nostri ospiti extracomunitari potrebbero godere del lavoro condiviso, produrre ottimo cibo, cercare un canale di vendita oltre a cercare risorse per contenere quello che vivremo in futuro. Cultura è creare dalle cose che non utilizziamo più, come una bottiglia, una batteria, dell’organico, della plastica, della carta, fonte di reddito, curarsi della salute anche dell’aria, stare più attenti a salvaguardare, ripristinare il nostro paesaggio, le nostre ricchezze che non si dimenticano di noi, mentre noi ci prosciughiamo a correre ad una festa perché mondana, quando davvero potremmo respirare una festa continua fatta di sonori pacifici, lentezza che ci spetta, e luce che tende ad illuminare, non accecare. Piazza Europa, la Santissima Madre che accoglieva e accompagnava viaggiatori del mare, ora vede il Corso Italia, alle spalle il suo splendido mediterraneo. Lungomare Ritrovato, macchia mediterranea, Etna, forza, disegni della geometria del tempo, roccia che respira millenni, torri d’avvistamento saraceno, rispetto per dove posate i piedi. Identità non è farne mercato plastico, identità è rispettare l’alito del mare che incontra il passante, non è una pista ciclabile, il divieto alle macchine. Identità è riscoprire dove viviamo, farne patrimonio, ritrovare scorci eoliani da cartolina, offrire no una metropoli, ma la metropoli più passionale e romantica del mediterraneo. Assolutamente essere rigorosi, del rispetto di ogni singolo scorcio che vuol raccontare, non invadere il territorio con superbia economica, lasciargli solo l’occasione di potersi raccontare attraverso la voce silenziosa di chi sa osservare il mare e comprendere che il mare va raccontato.

private collection imprints of peace

Exhibition Contemporary Art Catania 1 Dicembre 6 Gennaio 2019 Palazzo della Cultura

world needs love

st. lucia street imprints malta

Lucia ci dice che la vita è fatta per essere donata. Lei ha vissuto questo nella forma estrema del martirio, ma il valore del dono di sé è universale: è il segreto della vera felicità. L’uomo non si realizza pienamente nell’avere e neppure nel fare; si realizza nell’amare, cioè nel donarsi. E questo può essere inteso anche come il segreto del nome “Lucia”: una persona è “luminosa” nella misura in cui è un dono per gli altri. E ogni persona, in realtà, lo è, è un dono prezioso.

Papa Francesco

present reflection

preghiere in movimento

pianetini catania

Modellare, viaggiare attraverso la forma, osservare ciò che passa inosservato, nutrire quella parte che combacia con l’invisibile. Lasciare traccia del passaggio, aggiornare la memoria.

preghiere per le strade della città

preghiere per le strade della città

Ogni fiore è unico anche se figlio di un seme comune.

thank you all

Grazie a tutti coloro che mi sono stati vicino.

Grazie a tutti coloro che mi sono stati vicino.

 Viale XX Settembre, 28 Catania ore 09/13 -16/20

C’è un tipo di intelligenza che valorizza l’esperienza del vivere, “l’intelligenza emotiva”: la capacità di sentire, di commuoversi, “capire con il cuore”.

Sicily Island Memory

Scicli needs love

Scicli needs love

Ogni paese è casa.

Sicilia isola di memoria

Sicilia isola di memoria

barocco scicli

barocco scicli

La Sicilia ha bisogno d'amore

La Sicilia ha bisogno d’amore

Arte

Arte presente in tutto, Arte che ti accompagna, Arte che ti suggerisce, Arte che ti osserva, Arte che ricava l’Opera. Arte che lascia, Arte che ama, Arte che odia, Arte che ti sveglia, Arte che ti somiglia, Arte che ti ispira. Arte: le dodici angolazioni.

Briefing

inligtingsessie

inligtingsessie

Siamo un po’ più avanti, ma siamo anche tutti un po’ più indietro, siamo in movimento, ognuno col suo cambiamento.  Siamo pronti, e siamo meno pronti per giungere al nuovo rifornimento, perché per andare avanti  abbiamo bisogno di nutrimento. Le parole assumono significati, i significati assumono azioni, le azioni seguono il volere futuro. Sicilia, mondo, creato non dall’uomo, ma dal suo Padre, che oggi attraverso la donna, imitazione della Madonna, prima madre e poi donna.  Perché la donna sia presente, e la madre sia presente donna che garantisce futuro, la madre è futuro del Padre, nel presente. La madre è Divinità in terra. La Terra è madre, perché sposa all’universo, è Santa, perché obbediente alle leggi del Padre, che è anche Sposo.