Archivio della categoria: outsider art

outsider art

imprints

Questo progetto è iniziato nel 2007, ma forse ancora prima quando dipingendo mischiavo nel colore altra materia, forse per sperimentare la chiaroveggenza tattile. Scartavetrando mobili antichi, mischiavo la polvere che fuoriusciva, mettevo anche olio, ecc.ecc. Vedevo che il colore cambiava forma, cioè si esprimeva attraverso il movimento che davo al pennello, potrebbe sembrare ovvio, ma mi creda non lo è. Venivo avvolto forse anche dalla convinzione non saprei dirvi, ma sentivo questo grande flusso che mi rapiva, poi in seguito l’ho sperimentato con le impronte, tipo questa tela è stata stesa al Moulin Rouge – Paris , e quando la riprendo proprio odora di vita, e dentro nella mia visione contiene il passato perché è sotto il marciapiede, il presente perché è dentro la tela, il futuro perché è quello che io sento quando la dipingo. Se confrontiamo una tela di Parigi con una tela di New York, o con una tela di Abu Dhabi, o con Roma, lo stile è quello, il mio linguaggio, ma poi lo schema cambia, come quando dipingo una parete, cambia la memoria della parete. parecchi trovano una somiglianza con altri della Pop Art, io credo che la somiglianza risiede proprio nella memoria, quando i dipinti nascono su strada, o undergound. Siamo circondati da una quantità di vibrazione derivante dal tempo, che passa inosservata ai nostri occhi, ma non ai nostri caratteri percettivi, io sto facendo una ricerca attraverso questi lavori, anche per me non è facile comprenderli, ma poi ci riscopro cose, immagini, ma anche posti dove ho steso il telo che non credevo aver calcolato, trovando una somma perfettamente equivalente allo sforzo che sto impiegando e che mi sento ripagato, cioè mi lascio andare totalmente non per provocare, ma per divenire strumento di questo linguaggio, forse in futuro, tutto avrà una spiegazione, come può essere che tutto verrà sotterrato.

313/moulin rouge - paris

313/moulin rouge – paris

 P.S.: Il futuro sarà un totale caos derivante dall’avidità dei non emozionabili attraverso le piccole cose.

Litigio nell’indifferenza

Questa è una tra le prime opere dove mischio insieme al colore anche materia di vita. Poi nel 2007 inizio con le impronte è la linea inizia a divenire più veloce. IMPORTANTE di questo dipinto che tutto il litigio è provocato da una macchina, che ci riporta alla pietra.

165 - Litigio nell'indifferenza

165 

ITALIA POLITICA

L’ITALIA HA ILLUMINATO L’EUROPA, LA SICILIA HA ILLUMINATO L’ITALIA, QUINDI LA SICILIA E’ IL SOGNO D’EUROPA.

claudio arezzo di trifiletti

 

P.S. POLITICI NON FATE CARTELLONI, PIANTATE ALBERI, E PER OGNI ALBERO FATE FESTA, QUESTA PER ME E’ EVOLUZIONE.

Catania – giovedì 22 marzo 2012 ore 18.30

Diana Carulli & Claudio Arezzo di Trifiletti "N.Y.2007"

Diana Carulli  “N.Y.2007”

Non credo di essere il pittore della domenica, non canto e non ballo, mi nutro di domande, da sempre sono stato attratto da tutti gli elementi, isolato in un mondo infinito, ho sempre  fatto ciò che ho sentito. Ho eseguito un calcolo senza numeri apparenti, ho giocato per campi inesistenti, mi sono sempre scontrato col giudizio di chi ha usato solo gli occhi per vedere, mi sono addormentato per capire, mi sono svegliato per soffrire. Ho sofferto per gioire, ho scavato, mai ho sotterrato, tutto in me ho portato, gioie dolori e ricordi sono ciò che ho edificato. Dai vizi ho appreso le virtù, mi sono travestito da lupo per convivere con i lupi, ma poi il vestito si è invecchiato e il freddo mi ha gelato, alla ricerca di calore la missione mi ha portato, e dentro una nuova visione mi sono ritrovato. Da istinto sono nato, per discoteche sono andato, clubs e ritrovi ho frequentato, e poi un giorno in India sono volato, e al mio rientro ho ascoltato ciò che avevo meditato. Avevo voglia di raccontare ciò che sarebbe stato, ma non sapevo come dare voce al silenzio che sempre ha consigliato. Percorsi Metropolitani, Coscienza, Percorso Inverso, Interiore, Sorrisi Dipinti, ImprintsPace a tutti, performance installazioni e video, PolvereEvoluzione del credo, Lasciare il paesaggio libero, attraverso singole parole ho veicolato un messaggio.

Nick Daddazio & Claudio Arezzo di Trifiletti "N.Y. 2007"

Nick Daddazio  “N.Y. 2007”

 Bene Merentibus, To the Well Deserving.

Nel mio ascoltare non desidero inquinare, e per questo mi muovo con prudenza onde evitare inganni e menzogne, desidero democrazia e non mediocrazia, non posso permettermi beneficienza ma nel mio piccolo mi adopero nella magnificenza, ho creato grazie all’aiuto di chi in seguito è stato condannato, il mio percorso è ricco di protocolli, domande e richieste, per poter fare, poter coltivare un giardino appartenente a tutti, ma poiché io non appartengo a nessuno, quel qualcuno ha deciso di sottrarmi il mio avvenire, come dire al vento di non soffiare io ho continuato a creare, e così  non ho rinunciato a coltivare.

Bene Merentibus - To the Well Deserving

 

Coltivare sempre un sogno, un battito lento, un nuovo rinascimento, un ritorno alla natura e al suo tempo, alla luce che suona, al calore che vibra. Forse parole astratte, ma non cerco confusione, odio solo la rassegnazione, credo alla protesta fatta con la testa, ma questa desidero sia una grande festa.

116.2012: DONO - Arezzo di Trifiletti, La svolta è interiore rivolta

116.2012: DONO – La svolta è interiore rivolta

Giornata mondiale dedicata ad un bene insostituibile: l’Acqua, all’interno dello Spazio Fluido in Viale XX Settembre 28, in contemporanea all’esposizione delle ultime opere di Claudio Arezzo di Trifiletti, verrà presentato il progetto “Italy needs love”, sequenze di immagini volte a creare un documentario artistico o a comporre un corto subliminale, il cui fine è scrutare le opere nei particolari del patrimonio culturale del nostro paese.

To the Well Deserving

 

Esiste anche un sistema che unisce più professionisti in un unico pensiero che reagisce  costantemente attraverso un incontro dettato dal tempo.

CATANIA NEEDS LOVE

Catania Villa Bellini

Villa Bellini

Catania Villa Bellini Uomini Illustri

Uomini Illustri

LA VERA IGNORANZA LA COMBATTE IL CUORE. Casa nel cuore, nel sole, luna di miele, stelle d’argento, uomini veri, cuori che viaggiano dentro l’anima che parla.

Catania Borgo

Catania Borgo

Borgo

2008 Piatti

sposi 25 settembre 2008

sposi 25 settembre 2008

Il messaggio racchiuso in questa raccolta di piatti ad edizione limitata è simbolo di un’alleanza invincibile che chiamo amicizia. E’ lo specchio riflesso di anni imperdibili che tre ragazzi custodiscono gelosamente. Amore e Amicizia si fondono e si trasformano in un divenire di eventi che li fortifica. Le loro vite intrecciate sono rese magnifiche dall’opera di Claudio Arezzo di Trifiletti, e adesso sono finalmente immortali.   (Valentina)