deep origins

profonde origini

profonde origini

photographic project

E’ una storia semplice. Una storia tra cani e uomini. E’ una storia antica, che si racconta da quando cani e uomini sono sulla terra. Una storia sullo stereotipo: il cane è il migliore amico dell’uomo. E’ una storia che racconta amore disinteressato, complicità, intesa, somiglianze e contrasti.

La Mia Complice

La Mia Complice

It’s a simple story. A story of dogs and men. It’s an ancient story, that is told since dogs and men are on earth. A story about the stereotype: the dog is man’s best friend. It’s a story that tells unselfish love, complicity, understanding, similarities and contrasts.

Alessandra Saccà Fotografa

Alessandra Saccà Fotografa

Spiritual Connection Catania Iceland

Rangárþing eystra – Þingvellir National Park – Grindavík – Reynisfjara

Painting Imprints Hallgrímskirkja World needs love Palazzo della Cultura Catania

Painting Imprints Hallgrímskirkja World needs love Palazzo della Cultura Catania

Pensieri di un quadernetto.

Ragazzo uscita metro, esce dando un buongiorno a tutti.

Painting Imprints Give Space Palazzo della Cultura Catania

Painting Imprints Give Space Palazzo della Cultura Catania

Ragazzo raccoglie del pane da terra, mettendolo nella giusta luce.

Painting Imprints Datemi Spazio Palazzo della Cultura Catania

Painting Imprints Datemi Spazio Palazzo della Cultura Catania

Pensiero di un cane: negli odori trovo le mie letture.

the piano colours

E così una mattina scrivo il ricordo di una sera.

All’improvviso l’immagine di un amico appena incontrato mi spolvera un pensiero, siamo tutti aggrappati a un legno chiamato speranza, non importa la distanza, non importa la salute, importa la coscienza, il cammino dell’occhio che parla al cuore. Una casa, una stanza, finestre chiuse riparano dal freddo, conservano gli odori, il silenzio, la musica, l’energia tiene compagnia, protegge, nutre. Apro le finestre, luce entra, odori di una notte prendono confidenza col cielo, mura respirano sogni trascorsi, li barattono col futuro, vento strappa l’offerta, pioggia ricorda, poco cresce senza la mia danza, sole scalda, luna innamora. Resto intatto alle tradizioni, l’odore del caffè al mattino, l’alito del tè al pomeriggio, al centro del tavolo dopo il tramonto accompagna la mia notte una fiamma, riempie lo spazio dentro e con poco margine fuori, di luce bella, luce calda. Scivola la musica, allieva, amplifica, nutre, solidifica, intensifica, rende vive le immagini, mi piace la dolcezza, fragilità di quando signora Armonia accarezza le nostre teste, ci sentiamo così bene da temere la lontananza futura di quel passaggio, che anche un fiore a distanza riconosce. A casa fin quando hai tre uova, un pacco di farina, un pugno di sale, due arance e tre limoni, del caffè, un sorso di vino e quattro amici, sei ricco. Colori belli, contenuti intimi, evocazione memoria, passaggi di ogni luna, cuscini comodi ma non troppo, riconoscente allo specchio d’oro, fantasia galoppa, portami via.

fantasy and reality

Se l’offesa subita, fosse frutto dell’infantile conseguenza,
tutto prenderebbe altro peso.
Settimo Ponte

fruit of Imagination

Nuvole fluttuano trasportate dal vento, insieme polvere, cenere, il pianeta tutto respira. Batte un cuore Universale, siamo fatti di cellule, siamo cellule.

#privatecollectionimprintsofpeace
Installazione Antropologica Datemi Spazio
Portali Quantici Pittura Cosmica
1.1.2019 h.13/21 – Fino al 6 Gennaio h.9/19

respect

Vi prego, in futuro quando parlate di ponti tra la Sicilia e la Calabria, pensate anche col parere della terra che ci ospita, lo so il lavoro, l’economia, lo sviluppo. Ancora oggi le montagne, i vulcani non godono di leggi a tutela non solo del paesaggio, ma cosa assai più importante della salute. Il Pianeta vive, noi siamo soltanto ospiti di passaggio, siamo doni, e abbiamo il dovere di custodire ciò che ci è stato donato.

exhibition contemporary art

Municipality of Catania, Press Office 30/11/2018

Grande onore vivere questi momenti dove il tempo sembra fermarsi

Grande onore vivere questi momenti dove il tempo sembra fermarsi

“Imprints of peace”, Mayor Pogliese and Councilor Mirabella “open” at Palazzo della Cultura the exhibition dedicated to Arezzo di Trifiletti’s “100 canvases full of  ‘imprints (footsteps) of peace’ gathered around the world by an artist from Catania, affirmed on an international level, who with his works aims to awaken consciences and to transmit the courage of the future”. So Mayor Salvo Pogliese opened the presentation of the exhibition “Private Collection Imprints of Peace” that Claudio Arezzo of Trifiletti offers in the halls of the former Literary Cafe of the Palazzo della Cultura from tomorrow, Saturday, December 1 (inauguration at 6 pm), to 6 January. The exhibition, organized under the patronage of the Municipality of Catania, was illustrated to the press in the presence of the mayor and culture councilor Barbara Mirabella. The exhibition itinerary of the artist, who returns with an exhibition in his homeland after ten years, showcases impressions, vibrations, colors captured along a “route of peace” that, from 2007 to 2018, has crossed New York, Barcelona, Berlin, London, Paris, Abu Dhabi, Cairo, Amsterdam, Rome, Athens, Crete, Izmir Katakolon, Malta, Rhodes, Venice, Milan, and finally Iceland. “I have followed the artistic career of Claudio Arezzo di Trifiletti for many years,” Pogliese underlined. “It is an honor for me today, as mayor, to host an exhibition of the highest value in a building that has become a symbol of culture and cultures”.

arte involontaria

arte involontaria

“Imprints of peace is an exhibition – said Councilor Mirabella – that I strongly wanted because it speaks of peace and brings together different cultures, and this is the mission of an open metropolitan city like Catania. Arezzo di Trifiletti tells, with his passion, about the vibrations and emotions that countries also very far from ours have transmitted and that we can ‘meet’ in these extraordinary colors and in these spontaneous gestures that represent, as we discover from the narration of the artist, a world from which we should start “.

flusso creativo

flusso creativo

Arezzo di Trifiletti explained how the footprints of peace depicted in the paintings were intercepted in places that are “also battered by violence” but that the emotions of his “visionary art have always drawn lymph from what is positive, trying to encourage others to muster the courage to change and to value the wealth of the earth, which is alive and fueled by the energy of magma “. All the works on display are flanked by video contributions, accessible with q-code, which will allow visitors to enter the labyrinthine and colorful artistic world of the author. The exhibition will be open, with free admission, every day from 9.30 to 19.

acrylic contemporary world

acrylic contemporary world

Comune di Catania Ufficio Stampa 30.11.2018

“Imprints of peace”, sindaco Pogliese e assessore Mirabella “aprono” al Palazzo della Cultura la mostra di Arezzo di Trifiletti “Cento tele cariche delle ‘impronte di pace’ raccolte in giro per il mondo da un artista catanese, affermato a livello internazionale, che con le sue opere mira a svegliare le coscienze e a trasmettere il coraggio del futuro”. Così il sindaco Salvo Pogliese ha aperto la presentazione della mostra “Private Collection Imprints of Peace” che Claudio Arezzo di Trifiletti propone nelle sale dell’ex Caffè letterario del Palazzo della Cultura da domani, sabato 1 dicembre (inaugurazione alle 18), al 6 gennaio. L’esposizione, organizzata con il patrocinio del Comune di Catania, è stata illustrata alla stampa alla presenza del primo cittadino e dell’assessore alla Cultura Barbara Mirabella. Il percorso espositivo dell’artista, che torna con una mostra nella sua terra natia dopo dieci anni, mette in vetrina impressioni, vibrazioni, colori catturati lungo un “itinerario di pace” che, dal 2007 al 2018, ha attraversato New York, Barcellona, Berlino, Londra, Parigi, Abu Dhabi – Cairo, Amsterdam, Roma, Atene, Creta, Izmir Katakolon, Malta, Rodi, Venezia, Milano, e infine l’Islanda. “Seguo da tanti anni il percorso artistico di Claudio Arezzo di Trifiletti – ha sottolineato Pogliese – ed è per me un onore oggi, da sindaco, accogliere un’esposizione di altissimo valore in un palazzo che è diventato simbolo di cultura e culture”.

fraternity will save the world

fraternity will save the world

“Imprints of peace è una mostra – ha detto l’assessore Mirabella – che ho fortemente voluto perché parla di pace e mette insieme culture diverse, e questa è un po’ la mission di una città metropolitana e aperta come Catania. Arezzo di Trifiletti racconta, con la sua passione, le vibrazioni e le emozioni che paesi anche molto lontani dal nostro gli hanno trasmesso e che noi possiamo ‘incontrare’ in questi colori straordinari e in questi gesti spontanei che rappresentano, come scopriamo dalla narrazione dell’artista, un mondo dal quale dovremmo ripartire”.

world needs love

world needs love

Arezzo di Trifiletti ha spiegato come le impronte di pace raffigurate nelle tele siano state intercettate in luoghi “anche martoriati dalla violenza” ma che le emozioni della sua “arte visionaria hanno sempre tratto linfa da quanto di positivo esiste, cercando di spronare al coraggio di cambiare e di valorizzare la ricchezza della terra, che è viva e alimentata dall’energia del magma”. Tutte le opere esposte sono affiancate da contributi video, accessibili con q-code, che permetteranno ai visitatori di entrare nel labirintico e colorato mondo artistico dell’autore. La mostra sarà aperta, con ingresso gratuito, tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 19

murals

Non sono un venditore di prosecco, quello che ti propongo è alleanza, alchimia, scorgo pareti anonime, desidero mettere la mia energia al tuo servizio, non vendo niente, non scambio niente, con passione ti dedico la mia giornata, col cuore ragiono, disegno un grande fiore, che tradotto è colore nella tua vita, nel tuo lavoro. Il mio entrare è osservare, amplificare le forze, affievolire le fragilità, sono qua per questo, mi sento ridicolo nel pronunciare missione, ma di famiglia si parla. Non vengo attratto dalla paghetta, è il bene la mia moneta, non svaluta, come non sbiadisce il colore, emana luce, vibra, racconta di te, di me, di coloro che guardano, ognuno si ritrova col tempo, è il giorno che abbraccia la notte, è il nutrimento che necessità la fantasia, l’intelletto. La provincia, paesotto di campagna, tutti gareggiano, competono nell’apparire, cammino solo, in jeans e zainetto, porto breve documentazione che stenta a raccontare, ma credo possa bastare per farti abbracciare.  

The courtyard of the sun

Il cortile del sole

Il cortile del sole

Mi piace la genuinità, il sapore della gentilezza,

El patio del sol.

El patio del sol

casa, sacrifici, voglia di fare,

فناء الشمس

فناء الشمس

preghiera condivisa

Garðinum í sólinni

Garðinum í sólinni

La Sicilia è questa.

unire mondi

unire mondi

 La Salumeria dei Fratelli Zappalà
Via Grotte Bianche, 16 – 95129 Catania (CT)