Archivio tag: écriture contemporaine

Twenty-first December

Il tavolo era poco più grande, dentro c’era un universo. Bisogno di accettazione, sole buono luna protegge. Mi è sempre piaciuto mettere ordine sia dentro che fuori, poi ognuno resta con le proprie angolazioni. Ventuno Dicembre, Memoria della prima casa Cristiana, umile dimora del Salvatore, una candela verde porta il sigillo del buon proposito, possa illuminarci tutti nella consapevolezza del Pianeta. Vivere di piccoli miracoli diventa priorità. Diversamente compatibile, tutto è in continua mutazione, scacchiere fatte da un peso trasmettono l’orientamento dell’essere. Verde Natale famiglia protegge, l’amicizia è uno sguardo di riconoscenza. Non chiederei mai quello che chiedo per gli altri. Quando nacque Gesù non era tutto rose e fiori, fiumi si tinsero di rosso, e le bestie capirono cosa affliggeva l’umanità.

wife and husband

Senza parole, si stanno smascherando le follie umane. Ci dispiace per l’accaduto di ieri, vi ricordiamo indossare la mascherina, entrare solo in locali sanificati (futuristico). E se il mondo appartenesse alle macchine, anche quando l’invisibile celava orrori e misfatti? Il compito dell’arte sarebbe svegliare coscienze, trovare un codice di conoscenza. Alla scoperta di ogni stella tutto intorno accade rivoluzione. Idee in circolazione.

moglie e marito

moglie e marito

Mi piacerebbe un’indagine fotografica (microcosmo) del Parco più bello che c’è a Catania.